Le garçons et Guillaume, à table (Tutto sua madre)




Di e con G.Gallienne, 2013

Guillaume è un ragazzo un po' diverso dalla maggioranza dei suoi coetanei. Persino sua madre, chiamandolo a cena, lo separa dai suoi fratelli: è per lei la figlia che non ha mai avuto, e la relazione profonda tra genitrice e rampollo è piena d'amore, ma anche d'incomprensione. Guillaume adorasua madre e in generale le donne, vorrebbe carpirne la grazia... è femmineo, e gli viene incollata l'etichetta di omosessuale.

Naturalmente l'ambiente intellettualoide chic e aristocratico di una certa società parigina -e non solo- ben si guarderebbe dal condannare l'omosessualità, anzi. E' una differenza da sbandierare, per tutti salvo che per Guillaume... per la sola e unica ragione che lui omosessuale non è. Senza giudizi, né moralismi, né irritanti affettazioni, Guillaume rivendica solo il diritto di essere com'è (e che gli lascino il tempo di capire com'è!), senza che qualcuno sia subito pronto a definirlo.
Afficher l'image d'origine


Nell'ansia tutta particolare di dimostrare che si è aperti e liberali, tutto  l'entourage del protagonista ha completamente scordato l'essenziale: che Guillaume non è un genere da definire come su un profilo facebook, è una persona. 

E questo bisogno di incasellare le emozioni degli altri arriva al punto che la rivelazione della eterosessualità di Guillaume è quasi un disappunto per la madre: "COME, TI SPOSI???" "che c'è di strano, che c'è di male", verrebbe da risponderle...


Profondamente divertente, sottile, intelligente e riuscito, questo primo film di Gallienne è la fedele trasposizione della sua prima pièce teatrale ispirata alla sua vita vera, che porta in giro ormai da quindici anni e in cui, da vero mattatore, recita ogni personaggio. Qui si "limita" ad interpretare madre e figlio, con un istrionismo davvero degno dei più alti picchi della Comédie Française, dimostrandoci che il mondo è ancora pieno di talenti brillantissimi e acuti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente