mercoledì 27 aprile 2016

Il libro della Giungla


Di J.Favreau, con le voci di B.Kingsley, B.Murray, S.Johansson, L.Nyong'o, I.Elba. 2016

Remake, piuttosto fedele, del classico d'animazione Disney anni '60, con Mowgli piccolo cucciolo di uomo allevato dai lupi nella foresta tropicale indiana. Suoi mentori la pantera Bagheera e l'orso Baloo, antagonista per eccellenza la vendicativa tigre Shere-Khan.

Già il film d'animazione originale non è mai stato tra i miei preferiti di casa Disney, ma sono stata abbastanza delusa dalla prova di Favreau, che di solito mi piace abbastanza.
La storia di formazione che procede un po' per episodi riprende la struttura originale del romanzo, ma a volte assistiamo a delle cadute di ritmo e altrove ad un eccesso di fretta. Ancora una volta sono dunque qui a lamentare una carenza di sceneggiatura, sebbene non cosi' grave come in altri casi. 

Afficher l'image d'origine
Kaa prima maniera





Talora qualche passaggio appare fine a se stesso, in particolare la sequenza di Kaa, che mi ha lasciato davvero insoddisfatta: a parte mostrarci un flashback, che senso ha la sua presenza? E poi, che razza di Kaa freudiano è stata partorita in questo film? L'originale (si fa per dire, parlo del film del 67) era colorato, chiaro, sempre un po' ambiguo tra l'amicizia e il desiderio di stritolare il piccolo Mowgli, questa rivisitazione sexy, con tanto di voce Scarlett, in un anfratto buio e umido, tutto grigio e verde muffa, di un'anaconda mooolto femminile è un pelo inquietante e soprattutto manca disastrosamente di humour.
Afficher l'image d'origine
Kaa 2.0. Viva la vita!
L'estetica, poi, che doveva essere il cavallo di battaglia di questa versione, è irritante. E vabbe' che ormai un cielo azzurro e un prato verde sono stati banditi dalla tavolozza hollywoodiana, ma tutto questo trionfo di colori esausti, grigi, scene a malapena visibili tanto sono scure... non solo è ridicolo, specialmente in un film per bambini, ma è francamente idiota. E giusto per finire di lamentarsi per bene, mi aspettavo di meglio dall'animazione di Bagheera, la pantera con un bastone nella schiena! Per fortuna è salvata dalla (solita) superba interpretazione al doppiaggio di Ben Kingsley che non si smentisce mai. Baloo invece è perfetto e non trovo alcuna critica da muovergli, e Murray fa uno splendido lavoro sia nella voce che nel canto. 

Le due canzoni recuperate sono state rimodernate con gusto e non sono affatto fastidiose, e il re delle scimmie nel suo assolo assai Marlon Brandiano è carino. La citazione di Apocalypse now è inaspettata e piacevole, mi ero completamente persa quella al Ritorno dello Jedi, prontamente colta da mio marito.

Che devo dire, non è un brutto film, è girato con mestiere, gli effetti speciali si sprecano, i doppiatori sono eccellenti e persino il ragazzino è tollerabile. Pero' non mi ha lasciato niente, e per un film mi sembra un problema.

2 commenti:

  1. Tra le cose da vedere, anche se la tua ultima frase riassume tutto quello che temo di questo film. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, spero che a te vada meglio... io ho avuto un po' la sensazione di perdere tempo! (e i soldi del biglietto)

      Elimina