FBI: Protezione testimoni (the whole nine yards)

Di J.Lynn, con B.Willis, M.Perry, R.Arquette. 2000

Un tranquillo dentista della provincia canadese, che tutti chiamano "Oz", è sposato con una strega, figlia di un'arcistrega. Nel villino accanto al loro si trasferisce un noto killer, Jimmy the Tulip, liberato per aver consegnato alle forze dell'ordine i suoi mandanti. Per recuperare la taglia sulla testa del Tulipano, la moglie di Oz lo costringe a trattare con i pericolosi boss di Chicago, che di Jimmy tengono in ostaggio la moglie...

Mostra immagine originaleCommedia spassosa e senza pretese, si giova di un cast di tutto rispetto capitanato da un Bruce Willis molto divertente, che rispolvera il suo passato d'attore d'azione con molto umorismo. E' ancora belloccio, il vecchio Bruce, e soprattutto è capace di recitare bene senza prendersi sul serio, distribuendo strizzatine d'occhio riguardo a suoi precedenti e più famosi lavori. Mi è piaciuto molto anche Matthew Perry, che in fondo fa un po' sempre lo stesso ruolo chandleriano, ma lo fa davvero con garbo, e ho trovato adeguatissime le tre donne del film: Arquette (sorella di Patricia), bravissima a fare l'odiosa consorte, Amanda Peet, nel ruolo surreale dell'assistente di gabinetto dentistico con sorpresa, e Henstridge, bellissima bionda un po' hitchcockiana.

La trama è piuttosto lineare, con qualche colpo di scena disseminato qua e là con una buona dose di ironia, e in generale il film è ben diretto in modo assai convenzionale, senza ambizioni particolari se non quella di rilassare e far dimenticare il resto delle cure quotidiane per lo spazio di un'ora e mezza, in compagnia di un dentista. Un genere pulp(e)... dentaire!

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente