giorno XVII: quello che più ti fa andare in bestia

La mancanza di idee condita dalla cattiva fede che si vede bene in tanti romanzi d'evasione contemporanei e manga recenti. Esempi: i seguiti di Eragorn, in particolare l'ultimo davvero illegibile, Divergent, che rapidamente si degrada divenendo un miscuglio tra Harry Potter, twilight e Hunger Games, nonché l'ultimo del quartetto Beautiful Creatures (Beautiful Redemption) che scopiazza qua e là HP perché le autrici non sanno come cavarsi d'impiccio. E dire che erano partite così bene!

Tra i manga, trovare qualcosa di recente ben scritto e disegnato senza andare sul filosofico-escatologico-dramma sociale sta diventando ardua impresa. Forse è colpa mia che vivo in un immaginario manga a cavallo tra anni Settanta e Ottanta, ma possibile che un buono shojo disimpegnato, ben disegnato e non banale sia diventato irreperibile? C'è giusto Kaoru Mori che sembra volerci salvare, ma del suo meraviglioso “I giorni della sposa” produce un volume all'anno.


Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente