giovedì 6 agosto 2015

giorno X: il peggior cattivo di sempre

La domanda puo' essere ovviamente intesa in due modi: il cattivo più cattivo e il cattivo più mezza calzetta di sempre. 

I cattivi cattivissimi
N.B. in realtà credo che questa sia l'interpretazione errata, poiché c'era unpost aposito nel primo 30 giorni... Vi do un rapido assaggio di cosa per me è un cattivone tremendo, non avendo partecipato a quell'edizione.

1) L'imperatore (Star Wars). Malvagio senza passati lacrimevoli a giustificazione non richiesta, la sua profonda conoscenza del lato oscuro della forza è pari solo alla sua brama di potere. Avrebbe dovuto fare l'universitario.
2) Scar (Il re leone). Il cattivo complessato perfido, che conosce abbastanza i segreti della psiche per distruggere i suoi opponenti col mero senso di colpa. E se non ce la fa, un bell'assassinio risolve il dilemma.
3) Re di Id (The Wizard of It). Meschino, abietto, brutto, nano, avido e doppio. Geniale.
4) Il Nonno (Ayako). Talmente ributtante che non ho parole di vituperio sufficientemente conclusive. 


I cattivi Mezza Calzetta
N.B.  anche questa sottocategoria puo' essere ugualmente suddivisa in due: i cattivi MALRIUSCITI e basta, che tolgono sale e pepe alla storia, e quelli che sono geniali nella loro mezzacalzettitudine.

I cattivi Marvel sono perlopiù banali e insulsi, ma non credo di poter trovare di peggio del cattivo-cetriolino scovato da Acalia.


Per mia parte, tra i peggio riusciti metterei l'intera squadra antagonisti di Sailor Moon, che in 5 serie, centinaia di episodi e innumerevoli volumetti non riesce a fare fuori neanche un civile. Neppure uno.E soprattutto non riescono mai a scoprire l'identità di un gruppo di ragazzette che non si sforza minimamente di nasconderla: niente maschere, sono sempre tutte insieme, e si trascinano pure dietro i gatti mascotte.


Un'altra genia nata male sono i cattivi di James Bond. Il peggiore di tutti è triste nella sua assenza di fantasia e si mostra in Quantum of solace, uno dei film meno riusciti della serie. 
Sempre in Bond, ma questa volta in Casino Royale, c'è la fase di transizione tra la mezza calzetta involontaria e ricercata: Le Chiffre. Quest'ultimo non è stupido, è un sadico coi fiocchi, ma tutto il mondo dei malvagi ne ride perché piange sangue. Ebbene, si', come le madonnine taroccate!

Il cattivo Mezza Calzetta puo' pero' raggiungere delle altezze di vero capolavoro. 
Riusci' in questo intento la solita (quasi) imbattibile casa Disney, con la strana coppia principe Giovanni (R Hood) e Sir Biss. Il leoncino spelacchiato e timoroso che in caso di necessità non esita a invocare la sua defunta madre succhiandosi sonoramente il pollice è il tripudio spensierato del malvagio potente, indegno, vanesio e in fondo pieno di complessi di inferiorità. Una pietra miliare del genere.

Nessun commento:

Posta un commento