Il tuo finto finale triste preferito

I finti finali tristi non sono normalmente in cima alla mia lista degli espedienti letterari preferiti, in quanto palese esempio di ruffianeria. Cio' detto, per ogni cosa esistono eccezioni.

Evidentemente, questo post è ad alto rischio di SPOILER. Siete avvertiti.

Una grande casa come la Disney ha usato, e talvolta abusato, questo plot-twist per anni, ma solo in alcuni casi è veramente riuscita nell'impresa (La Sirenetta, La Bella e la Bestia): adesso l'effetto sorpresa è praticamente azzerato e quando il finale triste si profila all'orizzonte siamo ormai praticamente già in attesa della "sorpresa". In questo senso avevo molto apprezzato Pocahontas per il suo vero finale triste. A volte la vita va cosi', e basta.

Il mio finto finale triste del cuore è quello di Harry Potter. Il fatto stesso che lui debba obbligarsi scientemente ad andare incontro alla morte è piuttosto angosciante ed è un percorso che in realtà comincia sottilmente già dai primi libri, ché JKR aveva sparso qua e là indizi del collegamento a doppio filo del protagonista col cattivissimo. Ho trovato abbastanza intelligente la risoluzione finale perché il personaggio mi era entrato troppo nel cuore, volevo vederlo crescere una famiglia con Ginny e soprattutto ho amato il fatto che tornare ad una vita terrena talvolta straziante sia stata una libera scelta di Harry, e non una specie di miracolo. In questo modo la tesi a favore del libero arbitrio e dell'autodeterminazione che la Rowling porta avanti per tutta la saga trova una conferma dopo essere vacillata a causa della scelta obbligata del sacrificio.



E soprattutto, trovo geniale la riflessione "solo perché è successo tutto nella tua testa non vuol dire che non sia reale": ci sono interi tomi di psicologia applicata in queste poche semplici parole.

Commenti

  1. Il finale di Harry Potter è molto interessante (anche per il ruolo di Neville, che poveraccio trattano tutti come una pezza da piedi dal primo libro ma alla fine faceva parte anche lui della profezie) ma avrei preferito uno scontro finale un più articolato (e parlo della battaglia di Hogwarts) ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più articolato di cosi' ti doveva scrivere un tomo a parte ;)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente