Pearl Harbor

2001, M.Bay. Con B.Affleck, J.Hartnett, K.Beckinsale, A.Baldwin

Due amici, un'infermiera, gli aerei da combattimento. Il triangolo no, non l'avevo considerato, ma ben presto Rafe che ama Evelyn finisce in mare su un aereo della RAF (su cui del resto non sarebbe proprio dovuto essere, per decreto USA dell'epoca), e Danny la consola fino a quando l'amico non torna redivivo e i due sono interrotti nelle loro schermaglie da una banda di cosi che li attaccano. Sono i giapponesi. Ops.

Questo post è uno strascico dei guilty pleasure. All'epoca del post ho fatto un po' fatica a mettere insieme la mia decina, poi l'hanno ripassato in TV e in effetti....
Gli effetti tecnici, le strizzate d'occhio a Top Gun (come l'amico Goose) e la colonna sonora, per quanto pomposa, sono gli aspetti migliori. Poi comincia la semitragedia, con attori che non si impegnano -anche se saprebbero farlo-, un regista sostanzialmente assente e, più terribile di tutto il resto, una sceneggiatura orripilante. Con orripilante nella fattispecie intendo che è raro poter riportare alla mente una tale accozzaglia di arroganza, spacconeria, propaganda filoamericana e scorrettezza storica.
Senza neppure prendere in considerazione il ridicolo con cui hanno dipinto i giapponesi: l'imperialismo di Hirohito non incontra certo i miei favori, né l'idea di un attacco a sorpresa senza dichiarazione di guerra, ma non è che bombardare con l'atomica due città piene di civili sia proprio un atto da Nobel per la pace. La guerra mi sembra una sporchissima faccenda, non mi sento abbastanza preparata da entrare nel merito, però queste difese a spada tratta unilaterali sono un po' riprovevoli. In particolare le arringhe di Baldwin non si possono definire che vergognose nella loro presunzione.

Rimane il fatto che questo film è come un treno che deraglia, un disastro senza pari che però attira l'occhio: non posso fare a meno di guardarlo, rapita, ogni volta, e ogni volta ripetermi quanto è tremendo. Tremendamente magnetico.

Commenti

  1. Film tutto sommato dimenticabile
    Testimonia la mediocrità di Ben Allleck come attore (meno male che ora preferisce fare il regista)

    RispondiElimina
  2. a me aveva annoiato parecchio...
    ancora vergogna, vergogna e vergogna! :D

    RispondiElimina
  3. Moi j'avais bien aimé ce film :) C'est très holliwoodien, dans le bon sens du terme.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente