Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare di agosto

Di L.Wertmuller, con M.Melato, G.Giannini. 1974, 125'

La ricca e altezzosa Raffaella Pavoni Lanzetti 
naufraga tristemente su un isolotto sperduto nel Mediterraneo, in compagnia del rozzo e rivendicatore Gennarino Carunchio.
Lei è un concentrato di boria e arroganza, lui è uno zotico frustrato e violento. Dopo qualche schermaglia, i due si abbandonano ad uno stato di "assoluto naturale", ovvero una relazione semibarbarica in cui lei, ridotta in schiavitù, è in effetti tutta felice del suo signore, che l'ha conquistata con le sue doti di sopravvivenza (nella fattispecie, impalare un coniglio dopo averlo scuoiato).
Quando una nave passa loro accanto si pone il dubbio: tornare alla civiltà e vedere se il sentimento da cui sono stati travolti resiste agli agi e alle divisioni delle classi sociali? Lei preferirebbe di no, lui pretende di sì.

Quando il film è uscito, senz'altro avrà avuto un impatto più diretto su un pubblico molto sensibilizzato dai primi movimenti femministi, dalle prime rivendicazioni dei meridionali sfruttati e più in generale dalla lotta di classe. Per la mia generazione tutti questi concetti sono molto più astratti, perciò quel che rimane è il sostanziale sberleffo verso tutte le sovrastrutture sociali e culturali con cui copriamo e soffochiamo le relazioni tra uomo e donna.
Benché oggettivamente divertente, almeno in alcuni punti, la commedia di Wertmuller sfocia spesso in un eccesso di grottesco non proprio raffinato, con due comprimari sempre sopra le righe e ad un passo dal ridicolo, nonostante la bravura dei mattatori Melato e Giannini (anche belli, peraltro). Resterà alla storia il mitico apostrofare sconsigliato di Carunchio, "Sciacquetta, brutta bo***na industriale e socialdemocratica", ma per il resto non è che la sceneggiatura sia proprio scritta da N.Efron.
Alla fine, SPOILER si consuma la piccola tragedia del loro amore e perché? Perché le classi sociali sono inconciliabili? Perché la routine della ricchezza ci occlude la mente? No, perché una decisione che doveva essere di coppia è stata presa unilateralmente (e per di più dalla parte del maschio).FINE SPOILER 

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente