Frozen - Il regno di Ghiaccio

Buona Befana! Per festeggiare, recensione di film d'animazione Disney. 108'.

Elsa ed Anna sono sorelle e si adorano. Purtroppo il potere magico di Elsa le allontana, poiché la maggiore potrebbe involontariamente ferire Anna col ghiaccio che spigiona dalle sue mani. Quando deve salire al trono, Elsa ha una "piccola" crisi di nervi e scatena l'inverno (non l'inferno) su tutta la Scandinavia. Ad Anna, neo-fidanzata di Hans, non resta che cercarla con l'aiuto di Kristoff e la sua renna Sven.


L'animazione è superlativa, diciamolo subito per toglierci il dente. Dal punto di vista tecnico il film è ineccepibile, ma il risultato è ancora troppo freddo, e non sto parlando delle vagonate di neve sullo schermo. 
Ci sono parecchi spunti interessanti, che più o meno girano tutti intorno al concetto di principessa tosta e indipendente, che si completa nell'amore senza però farne il suo unico scopo. E carino anche il messaggio XXI secolo "non fidanzarti col primo che passa, conoscilo meglio", ma alla fine non è nulla di nuovo rispetto a Come D'Incanto.
Olaf è davvero carino, ma, a parte qualche frase ben azzeccata, ha il ventaglio psicologico di un pupazzo di neve. Volete vedere uno spirito naturale davvero davvero entusiasmante? Guardate alla voce Calcifer, nel Castello Errante di Howl.
Sono stata alquanto sopresa di leggere tantissime recensioni ultra-positive, e dunque sono uscita dal cinema un po' delusa.
Insomma, Frozen non è male, ma alla fine rimane un film per bambini di tutte le età, con una bellissima colonna sonora, senza toccare le vette dei Disney d'epoca dorata. Mancano sia la Trama (vuoi mettere un Re Leone, o perfino Aladdin) sia dei comprimari veramente superlativi (tutto il parterre marino di La Sirenetta, o le stoviglie di La Bella e La Bestia). Il punto forte rimane la fluidità delle immagini, ma dopo Finding Nemo (che pure aveva sia trama sia comprimari) forse non è più sufficiente.

Commenti

  1. Non credo che il punto forte di Frozen sia la fluidità delle immagini, la Pixar ci ha viziato troppo bene e quindi non sono rimasta a bocca spalancata quando Elsa ha creato il suo castello. Invece mi è piaciuto a livello di trama, ho adorato tutti, ma sinceramente mi faccio emozionare facilmente dai film Disney. Concordo quando dici che siamo lontani dai grandi classici.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente