Salt


Evelyn Salt lavora per la CIA, ma forse è in realtà un'infiltrata del KGB, ma quando ritorna al KGB si scopre che potrebbe essere un'infiltrata della CIA...


Come una serie di scatole cinesi, Salt vuole fare il film d'azione in uno scenario di guerra fredda, ma riesce più che altro a fare una indigesta insalata di Lara Croft, Nikita, Alias e un po' di James Bond. Che sarebbero poi tutti ottimi ingredienti, ma è più o meno come fare la pizza mettendoci su peperoni, nutella e manzo affumicato: a meno che non siate le tartarughe ninja, non è un esperimento da tentare.
La Jolie dimagrita e sempre più scavata in viso non ha la leggerezza arrogante della Lara, uscita da un videogioco, ma ricorda la madre maltrattata di Changeling, e mette troppo sentimentalismo in un ruolo inadeguato. La trama è così contorta che non si riesce a seguirla, sopratutto visto che la sceneggiatura non concilia l'attenzione. Felicemente evitabile.

Commenti

  1. Meno male, non sono l'unica ad essermi persa con la trama. Film evitabile, anzi Salt-abile :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente