domenica 22 settembre 2013

grease

Il primo Grease non è un cult, ma uno stra-cult. Con la sua semplicissima storia adolescenziale, dopo più di trent'anni ancora non perde un centimetro di terreno. Lei (Sandy, Olivia Newton John) incontra lui (Danny, John Travolta) durante una vacanza negli States, ma quando si ritrovano sui banchi di scuola lei è talmente bcbg da far impallidire Bree Van Der Kamp e lui fa il bulletto altezzoso per timore dello scherno degli amici. È l’ultimo anno di liceo, e tutte le tappe dei cliché dell’America profonda di quegli anni devono essere rispettate: i club sportivi, la prom (il ballo di fine anno), le corse con le macchine “truccate”, le prime sigarette e un po’ d’alcool di nascosto dai genitori, le “bande” maschili e femminili, il terrore della gravidanza indesiderata per l’amica meno perbenista (Rizzo, il personaggio secondario migliore del film).
Forse sono una serie di luoghi comuni, ma probabilmente quando il film è uscito non erano così triti, visto che il risultato è ancora piuttosto godibile e frizzante. Ovviamente la parte migliore della ricetta è il coté musical, robustamente difeso da una splendida colonna sonora e dalle coreografie perfette in cui Travolta mostrava il suo lato più interessante, quello ballerino (per il resto, non era tanto espressivo, anche se poi è migliorato un po’). Abiti e colori sono talmente kitsch da risultare una forma d’arte a parte.


C’è stato anche un Grease 2, che vedeva come protagonista nientepopodimeno che Michelle Pfeiffer. Allora perché è finito nell’oblio, condannato alla perenne seconda serata, di solito dopo l’ennesima replica della prima puntata? Perché è noioso, un po’ raffazzonato e ripetitivo: stavolta la ragazza vuole far vedere quanto è indipendente e libera –sono passati una decina di anni- ma la controparte maschile non regge tanto bene il nuovo confronto. Anche da un punto di vista musicale non è meraviglioso… piuttosto che Grease 2, meglio rivedere il primo una seconda volta.

7 commenti:

  1. Anche qui, colonna sonora prima del film. Io che somiglio a John Travolta, non sono nemmeno riuscito a raggiungere il peso forma che aveva allora.

    RispondiElimina
  2. Qualcuno può forse dire che non è un gran musical?! ;)
    Con il suo incredibile e duraturo successo "Grease" ha messo a tacere ogni critica.

    RispondiElimina
  3. Vuoi sapere una cosa buffa? Nonostante l'abbia visto svariate volte non sono mai riuscita ad arrivare al finale. C'era sempre qualcuno che ad un certo punto arrivava e diceva "Ah, Grease, tanto l'hanno visto tutti mille volte, cambiamo canale" XD

    RispondiElimina
  4. @Gegio: guarda che sprecare il proprio potenziale è peccato mortale ;)
    @Anna: grandissimo!
    @Acalia: sì, ci sono dei film così per ognuno di noi, credo... il mio è Chicago!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ho avuto una brillante idea per il prossimo Carnevale: completo nero, cravatta texana e capelli lunghi, magari in calzini bianchi...http://images.wikia.com/nonciclopedia/images/6/67/John_Travolta_Pulp_Fiction.jpg

      Elimina
  5. Uno dei cult della vita, come hai visto dal mio blog. I miei mi portarono a vederlo a 5 anni, Il primo film non a cartoni animati, indimenticabile.

    RispondiElimina
  6. infatti, pieno di colore e di brio. Tutte le volte che passa gli do almeno un'occhiata

    RispondiElimina