martedì 13 agosto 2013

30 giorni di... giorno 18. Il peggior sequel di sempre

Paradise Kiss tra i manga, ma il fondo del barile l'abbiamo toccato con Matrix Reloaded (con Revolution abbiamo anche scavato, ma il solco era già pronto a dire il vero).

Il primo oggetto del mio dispiacere, Paradise Kiss, si innesta come sequel di Cortili del Cuore. Già la serie di base non era proprio un'opera di Schiller, né per profondità romantica né per afflato poetico, ma si leggeva con una rassegnata bonomia. Parakiss è invece totalmente insensato là dove il primo era solo estroso, e massimamente volgare nei contenuti e nella forma. Più che bocciato, direi ghigliottinato. E non posto foto per manifestare il mio disappunto (sono snob, c'è scritto pure sulla colonnina a latere!).


Matrix Reloaded è in un certo senso peggio e meglio: meglio perché comunque ha degli effetti speciali decorosi, mi piacciono i protagonisti, prende in giro la Bellucci e ha un'ambientazione stupenda; peggio perché qui si partiva da uno dei miei miti cinematografici degli anni di liceo. Io ho adorato Matrix al punto da consumarne il VHS e saperlo sostanzialmente a memoria in due lingue. Di conseguenza la caduta colossale del secondo, con la sua accozzaglia di parafilosofia (peraltro in palese disaccordo con gli intenti del primo Matrix, non potevano prendersi un consulente filosofico i Wachowsky?) è ancora più imbarazzante e deludente. Ma si sa che ad un amore di gioventù si perdonan tante cose, anche sviluppi ulteriori decisamente poco brillanti.

2 commenti:

  1. Anche a me il primo Matrix era piaciuto da matti (e l'ho rivisto diverse volte, non so chi ci aveva prestato un DVD se non ricordo male - e non l'ha rivisto per un sacco di tempo) e i sequel li ho trovati decisamente inferiori.

    Su Paradise Kiss credo di aver già detto abbastanza: una schifezza!

    RispondiElimina