Il segreto dei suoi occhi

Precocemente pensionato, Benjamìn Espòsito decide di scrivere un romanzo su un vecchio caso che lo aveva marcato all'inizio della carriera, omicidio con violenza sessuale su una giovane sposa. Quasi trent'anni prima l'indagine lo aveva avvicinato alla sua superiore, giudice Irene Hastings, per cui ha sempre provato sentimenti profondi mai dimenticati, e gli aveva fatto conoscere il marito della vittima, il giovane Ricardo Morales, vedovo contrario alla pena di morte. 
Nella Buenos Aires degli anni Settanta SPOILER!!! il colpevole, individuato dal sottoposto-spalla di Benjamìn, aveva scansato l'ergastolo, protetto dallo Stato: Gomez è infatti una spia al soldo della polizia, tanto più "utile" dato che non si tira mai indietro davanti alla commissione di atti di violenza efferata. Ma l'amore dei tre protagonisti, così impotente di fronte all'iniquità politica dei tempi, non si rassegna a dimenticare la giovane signora Morales, finché ogni nodo non viene al pettine.
Non è solo un thriller politico questo film di Campanella, che si è assicurato l'Oscar al Miglior Film Straniero del 2009: racconta sentimenti di frustrazione, di tristezza, di rabbia e sopratutto d'amore con estrema poesia, senza mai cadere nelle scontatezze tipiche del genere. La trama è vivace e ben strutturata, i dialoghi costruiti con sapienza, i personaggi secondari divertenti e la suspence ben tenuta. Mi sono piaciuti molto gli attori, soprattutto il duo Benjamin-Irene, interpretato da R Darìn e S Villamil, belli e credibili.
Grande l'acume nel raccontare una storia di ordinaria corruzione del sistema calata nell'Argentina dei Desaparecidos di Isabel Peròn, ballerina di folklore assurta al soglio presidenziale dopo essere rimasta vedova di Juan Domingo Peròn e poco dopo deposta da quegli stessi militari che dovevano, per suo ordine, reprimere "la sovversione in ogni sua forma". Una curiosità: il ministro dell'economia si chiamava in quegli anni Gomez Morales. Sarà solo un caso?

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente