venerdì 7 dicembre 2012

Les Témoins de la mariée (I testimoni della sposa)

Il bellissimo, ricchissimo, corteggiatissimo Marc all'avvicinarsi del Natale sconvolge i suoi 
amici (Bany' il tuttofare, Marlène la gallerista, Jean-Claude l'alberghiere e Lucas il giornalista) rivelando le sue intenzioni di sposarsi, dopo anni e anni di amorazzi folli. E si sposa con una ragazza giovanissima, forse un po' rozza all'apparenza, che di professione fa la falsaria di opere d'arte. Arriverà da Hong Kong la settimana seguente e i quattro faranno loro da testimoni. Pochi giorni dopo, però, si schianta al volante della sua E-Type Jaguar e gli amici si trovano nell'imbarazzo di accogliere all'aeroporto una fidanzata che è divenuta inconsapevolmente vedova prima di impalmare. Con la morte nel cuore e il terrore di distruggere la nuova vita di Yun-Xiang la portano in giro per Parigi, a scoprire qualcosa in più su di lei...
E' molto ingenua, la ragazza? O molto furba? Sa che Marc è morto? E se sì, come l'ha scoperto, visto che era su un volo intercontinentale? E che faranno delle loro vite, i quattro ex satelliti di Marc, l'acclamato fotografo? Magari impareranno a camminare con le loro gambe, e qualcuno di loro potrebbe sposare Yun. Che alla fine si sposerà, ma non vi dico con chi. 
Non ancora tradotto in Italia, questo libretto di Didier Van Cauwelaert merita davvero una lettura per il suo stile fresco e grammaticalmente ineccepibile, per l'ottima rappresentazione di situazioni improbabili, tristi o divertenti, e per la costruzione decisamente intelligente. 

Nessun commento:

Posta un commento