domenica 25 novembre 2012

Star Wars - La minaccia fantasma (Ep. I)

Dopo anni passati a domandarmi che cosa vedessero i fan più accaniti nella trilogia originale, ho provato a dare un'occhiata alla nuova.
Ambientato circa trent'anni prima, il primo dei tre prequel ci mostra uno Obi Wan Kenobi (E. Mc Gregor) imberbe ma simpatico, alle soglie della nomina, che col suo mentore (L. Neeson) , durante una missione diplomatica apparentemente banale, scopre due cose inquietanti: 1.alla radice dell'embargo di uno dei pianeti della Repubblica forse c'è qualcosa di più sinistro che un mero interesse economico; 2.su un pianeta di diseredati (Tatooine) c'è un ragazzino nato da sola madre (ehm... partenogenesi??) che potrebbe essere l'Eletto, visto come la Forza gli risponde.
A differenza che nella serie classica, tutto in questo primo episodio è bello e curato, dal décor patrizio, alle vesti dei personaggi, agli attori, tutti bravi e attraenti. Tanto è scialba e ordinaria la Principessa Leia, tanto è bella e raffinata Amidala, interpretata da N. Portman (e quando si fa sostituire da una sosia, da K. Knightley). Lo stesso dicasi per gli effetti speciali che, imbarazzanti nello Star Wars originale -soprattutto considerata la notevole inventiva di alcune trovate, facilmante valorizzabili-, qui sono smaglianti e pittorici. La colonna sonora procede lungo le solite note ben rodate, ma l'asso vincente del film è il piccolo liberto dal corredo presunto aploide: quanto è più interessante Anakin da piccolo del brufoloso, noioso, pedante, lentissimo Luke Skywalker all'apice della sua parabola?
Insomma, senza nulla togliere ai meriti di sceneggiatura e di apripista della Trilogia dei Seventies, da un punto di vista visivo abbiamo fatto un passo in avanti.

3 commenti:

  1. ho una mia teoria sulle due TRILOGIE
    negli anni '78 e seguenti c'era la GUERRA FREDDA e gli Ammmericani (soprattutto i Repubblicani) vedevano nell'URSS l'Impero del Male che doveva essere sconfitto con armi "spirituali" 8cavalieri Jedi contro l'Impero materialista) NEGLI ANNI 2000 e seguenti prevaleva il pessimismo (la Repubblica rischiava di diventare l'IMPERO di Bush) e la figura di Anakin si evolve dal bene al male...

    RispondiElimina
  2. Una delle poche che ha trovato qualcosa di positivo in Episode 1. Io, da non estimatore massimo della saga, non posso che sorprendermi.

    RispondiElimina
  3. @Marco: sono d'accordo con te sulla trasposizione politica!

    @Gegio: ti sorprende che mi sia piaciuto il film? Un po' anche me. Non è un capolavoro, ma c'è qualcosa dentro. Alla fine la maggior parte dei film che vediamo non sono capolavori, e NON hanno molto dentro :)

    RispondiElimina