J'adore - Dior

Ecco finalmente disponibile la versione colorata del mio penultimo post-disegno (inteso come disegno postato, non come "disegno post-moderno"). Ne approfitto per parlare anche del profumo che, nnell'immaginario collettivo si associa a questa immagine, ovvero l'immortale J'adore di Dior. 
Si tratta ormai di un veterano dell'olfatto, datato 1999, eppure ancora attualissimo: combina infatti una morbidezza rassicurante di donna adulta allo sprint floreale e fruttato che "svecchia" il risultato finale. Insomma, dai venticinque ai centrotrenta, è sempre portabilissimo, e l'adattabilità è merce rara nel mondo della profumeria.
Il suo segreto è il gelsomino, il gelsomino, il gelsomino, coniugato a seconda della versione con un pizzico di sandalo, con un po' di vaniglia, con un'ombra di rosa damascena, con l'Ylang-Ylang o un sentore di magnolia.
In ogni declinazione, ci riporta con la fantasia ad una donna fieramente e spontaneamente forte (nessuna supremazia di un sesso sull'altro, no... una forza luminosa, pura!), come nelle antiche rappresentazioni Masai, evocate dal collo del flacone ad anfora e riprese dal collier di Charlize Theron.

Commenti

  1. Confesso di non conoscere se non di nome questo profumo, ma dopo la tua presentazione la tentazione di provarlo è forte! Grazie!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente