Lanterna Verde

Poiché il nostro mondo, con sommo sconforto di grandi pensatori, ha ancora bisogno di eroi, e ancora più bisogno di supereroi, normalmente la loro presenza basta ad assicurare un paio d'ore di divertimento confezionate in un film di profilo più o meno alto.
In questo caso le premesse non erano malvagie: un personaggio non troppo noto, con un potere limitato solo dalla sua fantasia, una tutina terribilmente ridicola su cui poter fare dell'ironia, un cattivo con un nome attraente (Parallax) e la costante minaccia della caduta nel Lato Oscuro della Forza. Ah, dimenticavo gli enormi budget sempre messi a disposizione per questo tipo di progetti e gli effetti speciali disponibili oggidì. Oggidì è desueto, dite? Forse lo stanno diventando pure i supereroi...
Hal Jordan si trascinava in una vita noiosa e inconcludente quando dal cielo gli piomba in testa un alieno morente che lo designa come nuovo fante della milizia intergalattica, gli regala una lanterna e un anello e lo manda a farsi sbeffeggiare da una serie di superpoliziotti alieni uno meno simpatico dell'altro.
Dagli attori poco convincenti ai colori scontati, dalla trama confusa e pasticciata ai costumi ridicoli, questo film è la fiera delle occasioni sprecate. Mi sono persino addormentata nel mezzo della visione, e non è un bel biglietto da visita.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente