L'amaro sapore della sconfitta

Non c'è niente da fare: erano più forti, più veloci... erano dappertutto, sembravano in venti.
Ma almeno un goal per l'onore dovevamo metterlo a segno, caspita.


Almeno abbiamo un'allenatore che sembra una brava persona e un po' padre di famiglia, che possa spiegare ai nostri che è inutile piangere sulla bistecche perdute (Sailor Fede e Daria sicuramente capiranno questo neo-proverbio)!
Alla prossima.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente