sabato 31 dicembre 2011

Anche se è amore non si vede


Salvo e Valentino questa volta cambiano location, sono emigrati nella mia Torino dove guidano un autobus a due piani per turisti stranieri. Mentre Salvo è cinico e sardonico, anche se solo in superficie, Valentino è disgustosamente melenso e soffoca la fidanzata Gisella con attenzioni eccessive, che si estrinsecano di solito con regali di gusto orribile, rigorosamente in forma di cuore, dagli orecchini, agli stencils sul muro.
Gisella, estenuata, chiede a Salvo di comunicare a Valentino che lo sta per lasciare; Salvo dal canto suo ha difficoltà a trovare il coraggio di perforare la nuvola rosa in cui l'amico naviga, molti metri al di sopra del suolo, ed è frequentemente distratto dai suoi intenti dal contemporaneo tentativo di far breccia nel cuore di Natasha, la loro guida russa. Ma una sua vecchia amica appena tornata dagli States si è resa conto che gli vuole bene...
Da queste premesse parte la nuova commedia degli equivoci di Ficarra e Picone, il migliore duo comico in circolazione adesso, di molto superiore al trio Aldo-Giovanni-Giacomo che ormai da anni non azzecca più un film. Anche se i due protagonisti e le ragazze sono bravi (ottima Ambra Angiolini!), il risultato è lievemente inferiore ai precedenti, il migliore dei quali rimane forse Il 7 e l'8. Il divertimento resta comunque assicurato, con numerosi sketch più e meno surreali e un finale che ricorda le vecchie commedie americane, con tutti che si rincorrono senza capire cosa sta realmente succedendo. Carino!

1 commento:

  1. concordo: il miglior film di F&P è IL 7 E L'8
    comunque anche questo non è male (se non altro riesce a far ridere senza battute volgari)

    RispondiElimina