Norvegian Wood


C'è stato un tempo, non molto lontano e che ancora estende le sue propaggini alla contemporaneità, in cui il suicidio giovanile era una delle grandi piaghe del Giappone, paese che in pochi anni fece un balzo enorme dal retrivo periodo Meiji agli anni della guerra, all'apertura all'Occidente con la conseguente Americanizzazione massiva della fascia d'età più giovane.
Proprio in questi tempi, Watanabe Toru, cresciuto a riso, Dickens e Fitzgerald, procede alla sua dolorosa educazione sentimentale, diviso tra la figura angelicata e fragile di Naoko e quella vivace, curiosa e vitalissima di Midori. A consigliarlo, due comprimari di grande fascino: Reiko, una quarantenne reduce da un lungo viaggio verso la salute mentale, e Nagasawa, giovane cinico ma saggio. Toru, come il giovane Holden, ha orrore di tutto ciò che è ipocrita e phony, facilmente integrato nella società: si sforza quotidianamente di essere onesto con chiunque lo circondi, a prezzo di grandi rinunce.
E' stato incredibilmente facile per me immedesimarsi nei suoi dubbi, nella sua quasi-frontalità, nel desiderio di vivere, nonostante le enromi differenze di carattere che mi separano da un ragazzo dei Seventies di Tokio. Anche a me piace stirare e osservare come un cencio grinzoso ritrovi la sua dignità di abito, per esempio, e se questo vi sembra un dettaglio marginale dell'esistenza, forse questo libro non fa per voi.
Murakami sa descrivere con maestria quella orribile, straniante sensazione che acompagna la prematura morta di una persona vicina: quando per la prima volta l'ho conosciuta avevo tredici anni e la donna che aveva rincorso e raggiunto la sua fine era più una conoscente che un'amica, ma l'assurda realtà del suo permanere eternamente sospesa nella mezza età, innaturalmente interrotta, mentre tutti noi faticosamente procedevamo lungo il naturale cammino, mi comunicò l'impressione che la realtà circostante avesse fatto un balzo in avanti costringendoci a rimanere immobili ad osservare uno strano enigma, un fermaglio a forma di farfalla che brilla nell'ombra.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente