mercoledì 16 febbraio 2011

La Duchessa


La condizione della donna oggi forse non gode perfetta salute, ma nel Settecento inglese si stava senz'altro peggio. Georgiana è una giovane nobile di campagna, impalmata dal freddo e odioso Duca William; non si amano, ma lui gode del privilegio dei Pari di Inghilterra e lei è resa schiava da un contratto impostole. Privata dell’amicizia di una compagna di sventure, presto divenuta amante del Duca, Georgiana trova conforto nell’attività politica e in un interesse di gioventù, il romantico George Gray.
Separati da tavoli sempre più lunghi e dalla mancanza di un erede maschio, William e Georgiana si odiano con crescente virulenza, ma sono costretti a tollerarsi; solo attraverso la nascita di un bambino ci sarà una temporanea possibilità di emancipazione, tanto più crudele in quanto ulteriore segno di un sesso debolissimo che può farsi strada solo attraverso il proprio corpo, nonostante indubbie doti di ingegno, sensibilità e solidarietà.

Non avevo mai visto una Keira Knightley così bella e brava; ancora più sorprendente Ralph Fiennes che di solito adoro ed è qui più orribile e repellente di quando interpreta Lord Voldemort. Buona prova globale, ottimi costumi e trucco.

Nessun commento:

Posta un commento