Persuasione


Anne aveva incontrato Frederick quando era appena diciannovenne, la sua famiglia era all’apice della notorietà e lui non possedeva né titoli né proprietà; facilmente era stata persuasa a lasciarlo, in attesa di un partito migliore. In otto anni ha avuto modo di pentirsi della sua decisione, ma all’improvviso il giovane riappare, nel pieno del successo professionale –è divenuto il Capitano Wentworth- e circondato di ottimi agganci sociali, proprio quando la famiglia di lei, in ristrettezze, è costretta ad abbandonare la casa patronale per affittarla… proprio alla sorella di Frederick. I loro sentimenti sono poi tanto cambiati in così lungo tempo, sotto la scorza di vergogna e orgoglio ferito?
Nel suo ultimo romanzo, Jane Austen ci mostra come anche a 27 anni l’innamoramento non perde il lato tachicardico e ossessivo tipico dell’adolescenza, ma trae sostentamento da ogni minimo sguardo, sprofonda nella disperazione per un piccolo gesto e si arrovella tutta la notte sul possibile recondito significato di una frase detta magari per caso. In questo modo, l’atto di aiutare una giovane a salire su una carrozza, apparentemente una cortesia senza peso, può trasformarsi in un momento fondamentale dell’intreccio: forse le sta dichiarando la sua preferenza, o invece la sua pietà per dei sentimenti che non può ricambiare o ancora il desiderio di allontanarla da sé.
Anne è stata persuasa da un'amica in buona fede, con le migliori intenzioni: la sua vera nemica non è stata Lady Russel, ma l'immaturità con cui le ha ceduto. Non era pronta per quello che voleva e ha rischiato di perderlo, senza colpe, ma per fortuna il destino le ha offerto una seconda opportunità, che ha colto perché era ormai capace di fidarsi del suo istinto.
Per un’ultima volta l’autrice ci mostra un innamorato nell’atto di scrivere una lettera all’amata per convincerla dei suoi sentimenti: anche nel 2010 un uomo che scriva, e con tale sincerità, si assicura il cuore di una donna per i secoli a venire. Ragazzi, prendete esempio!

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente