domenica 21 novembre 2010

les petits mouchoirs

Commedia appena uscita in Francia, conosce anche una distribuzione statunitense con il titolo Little White Lies.
Ludo viene travolto da un autotreno e ricoverato in rianimazione; i suoi compagni di sempre decidono di attendere il verdetto dei medici in casa di uno degli amici, sull'Atlantico, nel consueto luogo di ritrovo vacanziero. Quale migliore occasione per costringere ognuno di loro a confrontarsi con i suoi problemi e le sue insufficienze... ce n'è un po' per tutti i gusti: il padrone di casa benestante e ossessivo-compulsivo, il padre di famiglia che si scopre gay, l'ingenuo che attende "Juliette" con la fede di chi aspetta Godot, l'attore in rotta con a moglie, la ragazza problematica che cambia uomo ogni settimana e fuma spinelli piangiucchiando, il freak che parla con il riso. Vi ricorda un po' Saturno Contro? Anche a me.
Ma sapete, io sono una fan di Ozpetek; questo film è ben fatto, forse solo un po' lungo, ben diretto, curato nella fotografia e nella colonna sonora e -soprattutto- ottimamente recitato. Merita la palma Marion Cotillard, una delle grandi dive del nostro tempo: perfetta, recita con le sopracciglia, con le dita dei piedi.. riesce a spremere lacrime vere da una risata a crepapelle, ciò che è ben più difficile del pianto in una scena di dolore.
Se ne avrete l'occasione, andate a vedere questo affresco corale, e speriamo che esca anche in Italia, fra la marea di materiale americano anche di dubbio gusto che ci invade.

Nessun commento:

Posta un commento