giovedì 19 agosto 2010

Fantasia 2000

Manca la poesia a questa profusione di suoni e colori, distante secoli dal suo luminoso predecessore. La computer grafica non ha aggiunto molto all’arte, come si osserva con sconforto nel pezzo sul soldatino di stagno, che danza sulle note di Sostakovich sul suo piede solitario. Le balene, o orche che siano, fluttuano come pretenziosi e lucidi palloncini gonfi di elio facendoci rimpiangere la squisita ironia degli ippopotami su punte e mezze punte. Colori freddi e taglienti, poca fantasia.
Unica, si salva con decoro la Rapsodia in Blu, illustrata alla maniera dei Sixties e animata con gran senso del ritmo.
Grazioso ma senza pretese il diluvio universale sulle note di Edgar, con uno dei più amati personaggi Disney, Paperino, simpatico in virtù della sua dolce goffaggine.
Il tutto si chiude poi con un pezzo di puro citazionismo, in cui si rivede l'Apprendista Stregone in versione originale e si scorgono spunti di vari pezzi del film originale, condita con qualche suggestione manga nel disegno.
Triste.



Nessun commento:

Posta un commento