Eau Première N5 Chanel



Secondo Kant si riconosce la vera opera d'arte perché è capace di suggestionarci ad ogni incontro, senza mai stancare. Così avviene per il principe dei profumi, il mitico Chanel N5, che continua ad essere declinato in versioni moderne, versioni leggere, versioni "colorate".
Questa è l'ennesima, e dietro la fragranza della vaniglia rivela un cuore più frizzante, di rosa e gelsomino, e tutti gli altri ingredienti che hanno reso immortale il profumo originale. Che, certo, ci piaceva di più -era più innovativo, più astratto e più persistente.
Però anche questa Eau Première non è male.


Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente