Grazie dei fior




Carmen Consoli si presenta come ospite al Festival di Sanremo con una vecchia gloria della canzonetta nazional-popolare e la trasforma in un diamante post-moderno grazie ad un'interpretazione sapiente, sofisticata e purtuttavia coinvolgente.
Ci aiuta a dimenticare alcune delle brutture musicali di questa edizione; preferisco non entrare nel dibattito pseudopolitico che ha accompagnato la seconda canzone classificata, ma vorrei dolermi pubblicamente dell'esclusione di Cristicchi e della sua "Meno Male".

Commenti

  1. ...e dall'esclusione di "Ricomincio da qui" di Malika Ayane! Mi auguro che nelle prossime edizioni si abolisca il televoto: la giuria popolare costituisce un campione di 300 persone a serata, scelte in modo da rappresentare tutte le città italiane e tutte le età.
    Spero inoltre, anche se ne dubito, che venga alla luce il call center pagato per votare quella canzone...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente