Ideal - La principessa e il ranocchio

Sala quattro, di forma "a budello", con schermo non all'altezza delle altre presenti in questo centralissimo multisala. Molto sporca, inoltre... la proiezione di film per infanzia non dovrebbe produrre questi effetti antiigienici.
Le grandi speranze del film si sono sbriciolate su una trama banale, vecchia di secoli e poco arguta. Il padre della protagonista è la trasposizione a fumetti di Obama, la cui politica del Yes, we can è sbandierata senza sosta per oltre un'ora e mezza, senza soluzione di continuità e frammista al continuo incitamento a lavorare di più. Non che il messaggio sia fuori luogo, anzi io lo sostengo con tutte le mie forze, ma la piccola propaganda non ha mai costruito grandi opere d'arte.
Sono molto delusa anche dal disegno, sciatto e pieno di topoi grafici ormai abusati.
Da salvare: la lucciola innamorata della stella Evangéline -unica vera nota di poesia della pellicola- e una colonna sonora non brillante ma almeno passabile.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente