giovedì 20 agosto 2015

giorno XVII: il salto dello squalo che più ti è rimasto impresso

Come si accennava già ieri, il “salto dello squalo” è il punto di flessione di una serie o di un'opera altrimenti promettente, che comincia dopo quel momento a rotolare su chine sempre più infelici.
Uno degli esempi più terribili per me di salto è stato il momento in cui in Grey's Anatomy, dopo aver formato e fatto scoppiare tutte le coppie vagamente probabili, hanno cominciato con quelle improbabili. Già Cristina abbandonata sull'altare mi aveva lasciato con un bruttissimo retrogusto in bocca, ma il peggio del peggio è cominciato con l'adulterio di George, il cagnolino per eccellenza. E di lì in poi tutto è degenerato: melanomi che si manifestano con allucinazioni, fidanzati che cercano di strangolarti nel sonno, assalti terroristici in ospedale e incidenti aerei...
Chiudere alla quarta stagione sarebbe stato segno di prudente intelligenza.


Nessun commento:

Posta un commento