(500) giorni insieme - (500) days of Summer

Tom desiderava fare l'architetto, ma una scarsa fiducia in se stesso l'ha relegato a inventare frasette sapide per biglietti d'auguri. è introverso e romantico, il genere di uomo che sembra fatto apposta per cadere preda di una fatalona senza scrupoli. E infatti, certa come il destino, ecco arrivare Summer, assistente del capo con la faccia da ragazza pulita della porta accanto. una Str.. vera, e con la S maiuscolo (mi dispiace, in questo blog il turpiloquio è normalmente assente,  ma oggi sono caduta preda della coprolalia). 
Ben conscia dell'infatuazione di lui, che si traduce presto in un amore infelice, lei gli propone/impone una di quelle relazioni traballanti e dissennate del tipo "amici di letto", idiota circonvoluzione che si traduce con "soddisfiamo reciprocamente alcune necessità motivazionali secondarie, ci raccontiamo un po' i fatti nostri (perché siamo amici) e il giorno in cui ci stufiamo, ognuno per la sua strada".
Come può finire secondo voi una storia iniziata con queste premesse? Giusto, proprio così (SPOILER: ma il lieto fine non è quello in cui sperava Tom...)
I due protagonisti sono giovani e bravi, anche se a me è piaciuto di più lui (J. Gordon-Lewitt). Curiosamente, al mio fidanzato piace di più lei (Z. Deschanel)... ho sentito tanti ragazzi trovarla bella o affascinate, mentre io trovo il suo viso un po' insipido e irritante.
La regia (M. Webb) è un po' sbrigativa, da videoclip di MTV, ma molto funzionale, e riesce ad usare il giochino flashback-fastforward in modo intelligente, senza scadere nell'intellettualoide o nel noioso. Il suo citazionismo scanzonato si declina con Tom che reintepreta pezzi del Settimo Sigillo di Bergman e altri brani di cinematografia "nobile" e una certa somiglianza con Alta fedeltà.
Le due parti migliori sono sicuramente il senso dell'umorismo dei personaggi del film (grandi i due amici e la sorellina del protagonista, mi fanno morire dal ridere), e l'ottima colonna sonora, molto brit-pop.

Commenti

  1. La Deschanel l'ho appena vista in Terabithia e, francamente, devo dire che appoggio il tuo fidanzato ;) Non sarà bellissima, ma attira l'attenzione.
    E' un po' che questo titolo mi saltava all'occhio, (per Gordon-Lewitt in Inception e 50/50 ad es.) ma per un motivo o quell'altro non l'ho ancora visto. Cercherò di rimediare.

    RispondiElimina
  2. Non è niente di che, e te lo dice uno che adora Zooey. Pare un film fatto direttamente per MTV.

    RispondiElimina
  3. a me è piaciuto molto, la Deschanel è stronza ma deliziosa. non è la solita stroriella d'amore smielata infatti è priva di happy ending ma comunque lascia spazio alla speranza. e trovo anche origilare e fresco il mondo in cui la storia viene roccontata
    http://lilimarlene0988.blogspot.it/

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente