Vizi di famiglia



E se dietro la trama de Il Laureato ci fosse una vera, scombinata, famiglia di Pasadena? Alla vigilia delle nozze della sorella, Sarah Huttinger (J.Aniston) scopre che sua nonna (S.McLaine) è la famigerata Mrs Robinson interpretata da Anne Bancroft e che sua mamma è fuggita poco prima delle nozze per trascorrere un weekend di fuoco con l’alter ego di Dustin Hoffman. Considerate le scarse somiglianze con il resto della famiglia, Sarah vola a conoscere Beau, il vero Laureato, dalle fascinose fattezze (K.Costner) e immense fortune, convinta che sia il suo vero padre; Beau però è sterile, ciò che non gli impedisce di trascorrere la notte con la terza generazione di donne Robinson. Risolto il dubbio sulla propria ascendenza, Sarah deve decidere cosa fare della sua vita sentimentale: seguire un uomo maturo ma non troppo, sposare l’affidabile fidanzato Jeff, o sopravvivere alla perdita di entrambi. Se il film di Nichols mi aveva un po’ deluso, forse a causa delle grandi aspettative che crea, e soprattutto irritato (vedi post al riguardo), mi posso dire abbastanza soddisfatta di questa commediola senza troppe pretese che riesce comunque ad essere spassosa, grazie a dei buoni protagonisti –Mrs Robinson in testa– e ad un ottima colonna sonora piena di citazioni (Il Laureato, Il Buono, il Brutto e il Cattivo, Casablanca…). Mi ha trovato molto d’accordo la nonna che esclama tutta la sua stizza in merito alla responsabilità di Beau/Ben, così tralasciata da film e libro: possibile che in tutti questi anni nessuno abbia notato che il “povero ragazzo sedotto” è solo uno scellerato guidato dalle sue voglie sessuali? Era ora che qualcuno lo dicesse!

Commenti

  1. concordo
    the question is: COME LI HA FATTI TUTTI QUEI SOLDI???
    è sommamente difficile arricchire in modo ONESTO, a meno di
    1- VINCERE SISTEMATICAMENTE ALLA LOTTERIA
    2- AVERE IDEE GENIALI e essere capace di tradurle in business (in entrambi i casi spendendo meno di quello che si ricava)
    VISTO IL FILM mi sembra che quel panzone interpretato da K. Costner somigli più a BERLUSCONI che a B. GATES (è più interessato al sesso che al progresso scientifico, ama il lusso, si arruffiana con i potenti...)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente