Fantastic Mr Fox


Insolito cartone animato, distante anni luce dalla produzione disneyana ma anche molto differente da tutto ciò che siamo stati abituati a vedere rappresentato con una tecnica classicamente intesa “per bambini”.
Il signor Fox vive con moglie, figlio –complessato e poco integrato- e nipote; tiene una rubrica sul giornale locale, ma sogna i tempi d’oro in cui razziava pollai, uccideva tacchini con un solo morso e dava libero sfogo al suo essere animale selvatico. Con un compagno di avventure riprende clandestinamente la vita del saccheggio, fino a irritare i tre maggiori allevatori della zona che si coalizzano per sterminare tutta la selvaggina locale. Fox deve salvare la vita dei suoi cari e dei suoi vicini…
Tratto da un racconto di R. Dahl, il film si trascina un po’ per la prima mezz’ora, ma ha delle caratteristiche davvero innovative nella definizione di questi animali così poco umanizzati (mangiano come farebbero dei veri animali selvatici, corrono sulle pareti della tana nelle situazioni di stress) e per niente zuccherosi. Se con Shrek (il primo, i sequel sono orribili) assistevamo ad un ironico capovolgimento dei topoi della favola, qui troviamo dei personaggi –anche cattivi, o perlomeno ambigui- che pensano da predatori senza alcun falso sentimentalismo. Sebbene non ami molto la tecnica grafica impiegata (stop motion), W. Anderson ha confezionato un prodotto estremamente interessante, rifinito da un doppiaggio squisito.

Commenti

  1. film parecchio carino e originale all'interno del mondo dell'animazione
    in effetti non tutto funziona alla perfezione, però ben vengano personaggi anti disneyani come questi :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Wit - La forza della mente

Basilico'