giovedì 28 ottobre 2010

Remember me


Giovane indeciso ("su tutto", come dice lui stesso) seduce una bionda sconsolata, figlia di un ispettore di polizia che l'ha ingiustamente malmenato. A sorpresa (???) si innamorano follemente, confidandosi le rispettive miserie: il fratello di lui si é impiccato, la sorella geniale é maltrattata dalle compagne invidiose e il padre é uno squalo di Wall Street che non ha tempo/voglia di badar loro mentre si suicidano ad uno ad uno; la madre di lei, invece, é stata uccisa da un gruppo di borseggiatori e il vedovo si é trasformato in un padre violento e controllante.
Con queste premesse non poteva che nascere un capolavoro...
In realtà il drammone sentimentale non é troppo malvagio: ha tra le sue carte Pierce Brosnan, il bel faccino di Pattinson finalmente di un colore compatibile con la vita -ma ancora chiaramente sofferente di gastrite... c'é un medico in sala?!- e un compagno di stanza con una visione peculiare dell'étà matura (voglio una moglie, un'amante, una disfunzione erettile).
Pattinson in particolare continua a non saper recitare, ma riece finalmente a portare a termine proprio le due cose che nella sua impersonazione di Edward Cullen gli erano precluse: andare a letto con la fidanzata e morire.
Il grave problema del tutto é il finale, assurdo di per sé, ma soprattutto colpevolmente manipolatore: come si fa a strumentalizzare gratuitamente la tragedia delle Twin Towers fino a questo punto? Un po' di dignità, please.

1 commento:

  1. Io detesto Robert Pattinson! Solo a vederlo mi viene sonno! Quindi mi sa che eviterò accuratamente questo film :-P

    P.S. Il mio blog ha traslocato e si è trasferito a questo indirizzo:
    www.inthemoodforlove.it

    RispondiElimina