Come un romanzo

Monsieur Pennac non è solo un ottimo romanziere, ma anche un grande pedagogo, di vedute larghe e larghissima cultura.
Privo di inutile prosopopea e sciovinismo, eccolo spiegare che il tempo di leggere non è un’entità che si ha, ma –senza mezze misure- è qualcosa che si ruba, come il tempo per amare. Capace di suscitare curiosità e desiderio come pochi altri al mondo, sarebbe stato eletto professore preferito da migliaia di studenti. Anche io, pur avendo avuto bravissimi insegnanti, sono stata spinta alla lettura di Gadda, italiano tra i più maltrattati dai nostri programmi, proprio da questo francese anomalo che sembra coltivare con passione l’arte e la letteratura di ogni cultura, anche nelle loro declinazioni meno convenzionali.
Facciamoci condurre dunque alla scoperta dei nostri diritti di lettori, recuperando il piacere di quando eravamo fanciulli e cominciavamo finalmente a svelare il dolce mistero della pagina scritta senza altro aiuto di quello del nostro dito che percorreva il compitare delle parole.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il libro della Giungla

Basilico'

Wit - La forza della mente